z

Con Obama non cambiano le posizioni sul clima

sabato, novembre 8th, 2008

Secondo il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier la vittoria del candidato democratico non porterà nessun cambiamento radicale nella politica ambientale degli Stati Uniti.
Sul tema della lotta ai cambiamenti climatici la vittoria del candidato democratico Barack Obama non significherà nessun cambiamento radicale nella politica ambientale degli Stati Uniti, secondo il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier.
“Neppure ora la difesa dell’ambiente assumerà una posizione di preminenza assoluta negli Stati Uniti – ha detto Steinmeier ad una conferenza sul tema tenutasi a Friburgo, nella Germania del sud – poiché l’intero Paese non è pronto a dare il contributo necessario per attenuare le conseguenze negative del cambiamento climatico”.

Fonte : lanuovaecologia

Il funerale dell’università

domenica, novembre 2nd, 2008

Un’Italia preoccupata, abbuiata e stanca, sull’orlo di una pericolosa recessione, avrebbe bisogno d’altro che della annunciata morte dell’Università.
Aldo Schiavone su Repubblica scrive che la morte dell’università avverrà fra l’inverno e la primavera del 2010. “Questo perchè in quell’arco di tempo a causa dei provvedimenti fatti da questo governo gli Atenei si vedranno trasferiti dall Stato circa 600 milioni di euro in meno, rispetto alle già magre quantità attuali: su un budget complessivo, cioè, che non arriva a sette miliardi. La cosa più grave, sottolinea Schiavone, è proprio il fatto che questa riforma non nasce dalla crisi dei mercati finanziari, ma già da prima e a freddo, con l’unico effetto di creare un’ennesima e gravissima emergenza, un altro stato d’eccezione scaraventato sulle famiglie italiane – soprattutto sulle giovani generazioni, il cui futuro si mette così a rischio in modo irresponsabile. Le Università, continua Schiavone, dovranno dichiarare lo stato d’insolvenza, e probabilmente non saranno più nemmeno capaci di pagare gli stipendi. Secondo quanto prescrive la legge, verranno commissariate dal Ministero. Per farne che? Chiuse, vendute ai privati, una volta scorporati i loro debiti, come Alitalia? Non si sa. L’unica certezza è questa: che dopo non esisterebbe più, e di colpo, un sistema universitario italiano in grado di funzionare. Per un Paese moderno, sarebbe l’apocalisse. è possibile che qualcuno la voglia davvero? e cosa accadrebbe, poi? l’università italiana è attraversata da distorsioni non superficiali, sulle quali si avventa da tempo un qualunquismo scandalistico e trasversale, di destra e di sinistra. La radiografia di questi mali è una registrazione impietosa di quasi tutte le ombre della nostra storia repubblicana: dalla miopia e dal provincialismo di una parte cospicua delle classi dirigenti, a una cultura sindacale che, quando è uscita dalle fabbriche per entrare nel pubblico impiego, ha finito con l’assumere quasi sempre un ruolo conservatore, schierato a difesa di piccole nicchie di privilegio….”
Allora Schiavone rivolge un invito a tutti: quello di battersi per scongiurare questa assurda minaccia: che il 2010 non sia la data di una morte premeditata e che l’intero sistema universitario italiano possa attraversarlo indenne.

Da la Repubblica del 30/10/2008

Multifunzionalità e sviluppo strategico per il settore agricolo

lunedì, gennaio 28th, 2008

Dalla sicurezza alimentare alla salvaguardia ambientale, dal sostegno all’occupazione allo sviluppo rurale. Funzioni e prerogative di una moderna agricoltura.
La multifunzionalità dell’agricoltura rappresenta una chiave strategica per la valorizzazione e lo sviluppo del settore.
Il termine “multifunzionalità” fa riferimento alle numerose funzioni proprie dell’agricoltura: produzione di alimenti e fibre, sicurezza alimentare, salvaguardia dell’ambiente, sostegno all’occupazione, mantenimento di attività economiche nelle zone a basso insediamento, sviluppo rurale.

(altro…)

Disciplinari lotta fitopatologica integrata Regione Campania

domenica, dicembre 9th, 2007

é possibile scaricare i Disciplinari di lotta fitopatologica integrata per la Regione Campania.
Nelle pagine del sito disciplinari.it, potrete “navigare” nei disciplinari di produzione integrata previsti dai Regolamenti Comunitari (1257/99, OCM…)
Disciplinari.it non si limita a raccogliere i prospetti regionali contenenti le tecniche produttive da adottare per effettuare la difesa fitosanitaria nel pieno rispetto delle norme, ma è in grado di fornire, in tempo reale, dati sulle sostanze attive autorizzate e sui formulati commerciali, oltre alle eventuali limitazioni d’uso. Informazioni, queste, di grande utilità per i tecnici e gli operatori del settore.

Fonte: disciplinari.it