z

Clima, Bruxelles: «Sbalorditi dall’Italia»

mercoledì, ottobre 22nd, 2008

Il greco Dimas, commissario all’Ambiente: «Le stime fornite da Roma sui costi sono sproporzionate»
Intanto è tensione tra il governo italiano e la Commissione di Bruxelles, dopo che il commissario europeo all’Ambiente, Stavros Dimas, ha dichiarato che i dati italiani sui costi che il ‘Pacchetto clima-energia’ avrebbe sul sistema industriale nazionale (-1,14% del Pil) «non hanno nulla a che vedere con il Pacchetto Ue». Il commissario, rispondendo alla domanda di un giornalista nel corso di una conferenza stampa sulla deforestazione, aggiunge: «L’Italia è uno dei Paesi che ne uscirà meglio. Non capisco perché veda le cose così pessimisticamente, considerando che ha le competenze necessarie per l’innovazione e grandi possibilità in materia di energie rinnovabili».

(altro…)

Cambiamenti climatici e rischi ambientali

lunedì, novembre 5th, 2007

A metà Novembre 2007 sarà presentato il Synthesis Report che completerà il Fourth Assessment Report dell’ IPCC, che rappresenterà il documento di maggiore rilevanza politica della serie.

Punti principali che lo Chairman ha sottolineato nel suo discorso:

La razza umana ha sostanzialmente alterato l’atmosfera terrestre. Nel 2005 la concentrazione di anidride carbonica ha superato l’intervallo di valori naturali che è esistito da oltre 650.000 anni.

11 degli anni più caldi sono stati registrati negli ultimi 12 anni e i cambiamenti climatici sono accelerati.

Nel 20° secolo l’aumento della temperatura media è stato di 0.74°C; il livello del mare è aumentato di 17 cm.
La riduzione della massa dei ghiacciai avrà un grave effetto sulla disponibilità delle risorse idriche, e i primi a risentirne saranno i 500 milioni di persone in Sud Asia e i 250 milioni di persone in Cina.

(altro…)