z

archivio post della categoria 'Buone Pratiche Agricole'

azioni promozionali dell’olio extra vergine di oliva

giovedì, dicembre 23rd, 2010

 

Fonte : agricolturaonweb

Nuovi programmi di promozione sui mercati esteri previsti per il 2011 dall’Ice per il settore agro-alimentare e per l’olio in particolare…

Quattrocentomila euro di cofinanziamento per il biennio 2011/2012 per sostenere azioni promozionali dell’olio extra vergine di oliva I.O.O.% di alta qualità nel mondo.

L’intesa operativa Mse-Ice-Unaprol è stata firmata a Roma da Pietro Celi, direttore generale per la promozione degli scambi del ministero dello Sviluppo economico, dall’ambasciatore Umberto Vattani, presidente dell’Ice e da Massimo Gargano, presidente di Unaprol.

Si tratta del primo esperimento in assoluto che vede la collaborazione tra pubblico e privato per il sostegno di azioni in favore dell’olio extra vergine di oliva di alta qualità italiano.

“Un’intesa operativa strategica tesa migliorare l’efficacia degli interventi pubblici nel settore dell’internazionalizzazione del sistema produttivo italiano – ha affermato il direttore generale del Mse Pietro Celi – Ci sono già i primi segnali della ripresa economica. La macchina dell’export si è rimessa in moto e già nel periodo gennaio/agosto 2010, le esportazioni di olio di oliva vergine in generale sono cresciute del 14,8% in valore e del 13,8% in volume rispetto allo stesso periodo del 2009 e per tutte le aree geografiche e paesi del mondo. Un indicatore positivo – ha poi concluso Celi – che fa sperare in una ripresa dell’export italiano di uno dei  prodotti simbolo del made in Italy agroalimentare”. 

L’intesa operativa, che scaturisce dalla firma del primo accordo di settore tra il ministero dello Sviluppo economico e la stessa Unaprol, avvenuta nel corso dell’ultimo Sol di Verona, entra ora nella fase operativa. Il programma prevede azioni congiunte di incoming di operatori, buyer e giornalisti in Italia; eventi promozionali all’estero con educational e workshop; azioni di sensibilizzazione dei consumatori. 

“L’Ice di anno in anno sostiene nei mercati esteri oltre duemila aziende esportatrici del settore agro-alimentare – ha dichiarato il presidente dell’Ice, Umberto Vattani – Nel 2010 si sono svolti incontri specifici per l’olio italiano a Parigi, Amsterdam e Bruxelles. Nelle principali manifestazioni fieristiche quali il Sial di Parigi, la Fancy Food di New York e la Foodex di Tokyo la partecipazione italiana è stata la più importante. Grazie a quest’accordo – ha proseguito Vattani – daremo un ulteriore impulso e sostegno alla proiezione internazionale di un prodotto di punta del settore agro-alimentare, indirizzandoci verso Paesi di grande prospettiva come il Nord America, l’Europa e l’Asia (Cina, Hong Kong e Giappone) quali importanti mercati del futuro”.

“L’Ice – ha concluso Vattani – organizzerà delle missioni di delegazioni di compratori provenienti da questi paesi prevedendo per loro la visita ai principali distretti produttivi. Particolari iniziative si svolgeranno in Canada, con la partecipazione al Sial, dall’11 al 13 maggio a Toronto dove l’Italia sarà il Paese ospite d’onore, ed in Austria, nell’autunno 2011″.

Bandi chiusi del PSR 2007-2013.

venerdì, luglio 2nd, 2010

Con Decreto del Coordinatore n. 48 del 30 giugno 2010, in corso di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania è stata disposta la chiusura, con decorrenza dal 1 Luglio 2010, dei bandi di attuazione delle misure del PSR di seguito indicate:

ASSE I

Misura 112 Insediamento di giovani agricoltori;

Misura 113 Prepensionamento degli imprenditori e dei lavoratori agricoli; Misura 114 Utilizzo dei servizi di consulenza; Misura 115 Avviamento dei servizi di assistenza alla gestione, di sostituzione e di consulenza aziendale, per le sole tipologie a) e b); Misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole; Misura 122 Accrescimento del valore economico delle foreste; Misura 123 Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali; Misura 125 Infrastrutture connesse allo sviluppo e all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura; Misura 131 Sostegno agli agricoltori per conformarsi alle norme rigorose basate sulla legislazione comunitaria; Misura 132 Sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualità alimentare; Misura 133 Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità; Cluster di Misura 112-121 Insediamento di giovani agricoltori e ammodernamento delle aziende agricole;

ASSE II

Misura 216 Investimenti non produttivi;

Misura 221 Imboschimento di terreni agricoli, per la sola parte ad investimento; Misura 223 Imboschimento di superfici non agricole, per la sola parte ad investimento; Misura 226 Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi; Misura 227 Investimenti non produttivi;

ASSE III

Misura 311 Diversificazione in attività non agricole;

Misura 312 Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle microimprese; Misura 313 Incentivazione di attività turistiche; Misura 321 Servizi essenziali alle persone che vivono nei territori rurali; Misura 323 Sviluppo, tutela e riqualificazione del patrimonio rurale.

 

fonte: http://www.agricoltura.regione.campania.it/home.htm

PRINCIPALI COMPETENZE PROFESSIONALI DEI DOTTORI AGRONOMI E DEI DOTTORI FORESTALI

venerdì, novembre 27th, 2009

clicca sull’immagine:

agronomy

Come sta andando il PSR 2007-2013 in Regione Campania?

giovedì, novembre 26th, 2009

regione campania agricoltura
Programma di sviluppo rurale 2007-2013: Misura 121 “Ammodernamento delle aziende agricole”

Istanze pervenute : 924
Istanze ammesse : 569
Istanze escluse : 245
Istanze in valutazione : 110
Istanze con nulla osta alla concessione : 391
Concessioni emesse : 266

rapporto concessioni emesse / istanze pervenute = 28 %

rapporto costo concessioni emesse / istanze pervenute= 22.429.415,08 euro /79.607.041,39 euro= 28%

Primo maggio con le fave

giovedì, aprile 30th, 2009
di: Claudia Fortini

“E’ una tradizione per i romani che abbinano le fave al pecorino. I genovesi la gustano con il salame. In un giorno se ne consumeranno circa 30 milioni di chili

Gita fuori porta con le fave. Il primo maggio è una tradizione. Il pranzo della festa dei lavoratori ha il sapore dei ricordi e un gusto che si rinnova, in casa, nei prati, in famiglia e con gli amici.
La tovaglia stesa sull’erba, la fiaschetta di vino al centro, tutt’ intorno, sparse a generose manciate, le fave. Un abbinamento indissolubile con il pane e il pecorino.
E’ il primo maggio dei romani. Una tradizione. E’ il pranzo beneaugurate di un rito che apre le porte dell’estate e che unisce intorno alle fave la famiglia e gli amici.
A Roma piace con il pecorino, a Genova invece con il salame.
La festa dei lavoratori si caratterizza anche per il rituale consumo di un legume sfizioso e per una scorpacciata irrinunciabile di fave.
Fresca, secca, decorticata, surgelata, tostata e salata, oppure anche in scatola per il mercato estero, la fava vanta innumerevoli possibilità per essere cucinata. Ci sono le insalate primaverili ricche di fave con cipolla, i succulenti purè di fave e cicoria, l’abbinamento fave e scarola, le polpette di fave, la minestra di fave e la zuppa di fave secche. Il consiglio dei nutrizionisti è di sgranocchiarle anche come snack, al naturale oppure tostate e salate.
La Confederazione italiana agricoltori, stima che dal nord al sud d’Italia, in un solo giorno, se ne consumeranno circa 30 milioni di chili.
Il prezzo al consumo va da 1,5 euro in Puglia, in Sicilia e in Campania, fino ad arrivare ai 3 euro al chilo sui banchi nelle grandi città del centro e del nord.
Dagli anni ’50 ad oggi la superficie coltivata è fortemente diminuita. Si è passati da 500 mila ettari a poco più di 50 mila. In Italia oggi si producono circa 1,4 milioni di quintali complessivi di fave fresche e secche. I consumi avevano conosciuto un picco negli anni ’60 con 1,8 milioni di quintali, per poi scendere fino a toccare i minimi storici a cavallo tra gli anni ’90 e 2000 con meno di un milione di quintali.
Ora sembra che gli italiani abbiano riscoperto questo sfizioso legume e i consumi stanno crescendo sensibilmente. La Cia stima infatti, in circa due milioni di quintali, il consumo per il 2005. Un dato ottimo se contestualizzato all’interno di una flessione generale che sta investendo i consumi di tutta l’ortofrutta nostrana.
Proprio in occasione del primo maggio, la Cia ha realizzato uno studio sulla produzione e i consumi delle fave in Italia che, mette in evidenza anche le sue proprietà di impareggiabile elemento per il risparmio energetico. Infatti, ogni ettaro di fave produce duecento chilogrammi di azoto, per effetto della azotofissazione simbiotica. Considerato che la superficie totale coltivata a fave, nel 2004, è stata di circa 50 mila ettari, la coltivazione delle fave ha prodotto 100 mila quintali di azoto. Ipotizzando un titolo in azoto di circa 25 per cento, corrispondono a circa 400 mila quintali di fertilizzante che significa un risparmio significativo in termini energetici e ben 8 milioni di euro in termini economici”.

Fonte: http://www.agricolturaitalianaonline.gov.it/

Il ministro Zaia ha previsto misure a sostegno dell’agricoltura in abruzzo

sabato, aprile 11th, 2009

 

‘Di fronte alla tragedia avvenuta in Abruzzo, la risposta delle istituzioni è immediata. Oggi il Cdm ha dato il via libera all’ordinanza che prevede una serie di misure urgenti a favore dei comuni colpiti dal terremoto: un sostegno concreto che riguarderà ovviamente anche il comparto agricolo, così duramente colpito dal sisma’. Lo ha annunciato il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia.
‘In particolare’, ha spiegato Zaia, ‘viene riconosciuta un’indennità di 800 euro al mese, per un periodo massimo di tre mesi, ai titolari di rapporti di attività agricole, agroindustriali, agrituristiche e zootecniche iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza e che abbiano dovuto sospendere l’attività a causa degli eventi sismici’.
L’indennità è erogata dall’Inps a richiesta degli interessati, accompagnata da apposita autocertificazione (ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica n.445 del 28.12.2000) e non concorre alla formazione del reddito.
Non solo: ai datori di lavoro e ai lavoratori autonomi del settore agricolo viene concessa fino al 31 dicembre 2009 la sospensione del versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, compresa la quota a carico dei lavoratori dipendenti, nonché di quelli con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.
Saranno oggetto di un successivo provvedimento le altre sospensioni annunciate dal ministro Zaia a sostegno del comparto agricolo (sospensione dei  termini relativi agli adempimenti e ai versamenti di natura tributaria; sospensione di tutti i termini relativi alle controversie giurisdizionali e amministrative e sospensione del versamento dei contributi consortili di bonifica gravanti sugli immobili agricoli ed extragricoli).
Il ministero infine sta già operando per ritirare attraverso l’Agea tutti i prodotti agricoli in giacenza nelle imprese danneggiate dal terremoto ed ha messo a disposizione il numero verde 800105166 per raccogliere le offerte di aiuto e dare informazioni sulle iniziative di solidarietà avviate dal Mipaaf e dalle Confederazioni Agricole a sostegno delle aziende colpite dal sisma. 

 

Fonte: Mipaaf – Ministero delle politiche agricole alimentari forestali

I

Crisi: soldi all’agricoltura ma le banche non aiutano!

sabato, febbraio 7th, 2009

Prendiamo una regione come la Lombardia, una delle più efficienti e veloci nel movimentare i settore produttivi; una sorta di traino per le altre regioni, rallentata dalle banche!
Le banche chiedono più garanzie e tassi elevati per finanziare i piani approvati del PSR 2007-2013. Fondi stanziati dalla Comunità Europea per sostenere l’agricoltura. Ecco come si organizzano in Lombardia: per superare l’emergenza costituito in Lombardia un consorzio che raggruppa i Confidi di tutti i settori.

(altro…)

UE: confermati i tagli alla CO2

martedì, ottobre 14th, 2008

Governo e industria italiana, insieme al blocco dei Paesi ex comunisti, chiedevano di rivedere il pacchetto dei tagli alle emissioni di CO2 previsto dalla Commissione Europea.

La commissione Ambiente dell’Europarlamento ha approvato, con 44 voti contro 20 (e 1 astenuto), la parte più importante e controversa del pacchetto dell’Unione Europea su clima ed energia, riguardante la nuova ‘borsa delle emissioni’ di gas serra (Ets) che funzionerà dal 2013 al 2020.

(altro…)

Mostra della Minerva 2008

domenica, aprile 6th, 2008

Salerno – Villa comunale – 12-13 aprile 2008

Ritorna la “Mostra della Minerva”, Mostra mercato di piante rare e da giardino, organizzata dal comune di Salerno e dall’Associazione Hortus Magnus con il patrocinio della Regione Campania, della Provincia e dell’E.P.T. di Salerno.

La Manifestazione, giunta alla sua ottava edizione, è particolarmente attesa dagli appassionati e da quanti “operano con il verde” e sarà ricca, come al solito, di varie ed interessanti attività collaterali.

L’evento si svolgerà nella splendida cornice della Villa comunale di Salerno e vedrà come espositori prevalentemente produttori di piante rare e da collezione.

Saranno in mostra anche ceramiche, terrecotte, mobili da giardino, prodotti alimentari naturali, editoria specializzata.

Maggiori informazioni sul sito:hortusmagnus

Multifunzionalità e sviluppo strategico per il settore agricolo

lunedì, gennaio 28th, 2008

Dalla sicurezza alimentare alla salvaguardia ambientale, dal sostegno all’occupazione allo sviluppo rurale. Funzioni e prerogative di una moderna agricoltura.
La multifunzionalità dell’agricoltura rappresenta una chiave strategica per la valorizzazione e lo sviluppo del settore.
Il termine “multifunzionalità” fa riferimento alle numerose funzioni proprie dell’agricoltura: produzione di alimenti e fibre, sicurezza alimentare, salvaguardia dell’ambiente, sostegno all’occupazione, mantenimento di attività economiche nelle zone a basso insediamento, sviluppo rurale.

(altro…)