z

Archivio post di novembre, 2007

Clima, risorse idriche, nuovi scenari ambientali

sabato, novembre 24th, 2007

La pataticoltura in Italia e in Europa: Il 2008 sarà l’anno internazionale della patata. Ad Avezzano, un convegno affronta le tematiche relative alla coltivazione, con un focus sui nuovi scenari ambientali. “Le patate nutrono il mondo: sono l’alimento di base per più di un miliardo di persone in tutto il mondo: un contributo cruciale, ma spesso sottovalutato, al sistema alimentare mondiale”. Così si apre l’intervento di Andrea Sonnino della Fao.

(altro…)

Servizi ambientali, pagamenti per gli agricoltori?

giovedì, novembre 22nd, 2007

Presentato il Rapporto Fao su ‘Lo Stato dell’alimentazione e dell’agricoltura 2007′.
Gli agricoltori possono contribuire ad ottenere migliori risultati ambientali.
Sistemi mirati di remunerazione per gli agricoltori potrebbero rappresentare un modo efficace di proteggere l’ambiente e misurarsi con le sfide poste dal cambiamento climatico, dalla perdita di biodiversità e dalla limitatezza delle risorse idriche, sostiene la Fao nel suo rapporto annuale “Lo Stato mondiale dell’alimentazione e dell’agricoltura 2007″.

(altro…)

Piano di Consulenza all’Irrigazione

martedì, novembre 20th, 2007

L’Assessorato all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania è da tempo impegnato in iniziative finalizzate ad ottimizzare la gestione dei mezzi tecnici utilizzati dalle aziende agricole allo scopo di migliorarne l’efficienza economica, nel rispetto dell’ambiente e della salubrità dei prodotti agroalimentari.
In tale ottica, è stato predisposto il Piano Regionale di Consulenza all’Irrigazione (PRCI) il cui obiettivo è la gestione razionale ed efficiente della risorsa idrica nelle aziende agricole. Per la stagione irrigua 2007 il servizio, gratuito (previa adesione) è in grado di fornire, via SMS o MMS, indicazioni sui volumi irrigui e la durata dell’irrigazione a livello parcellare, e sarà attivo nella Piana del Sele e del Volturno.
Gli imprenditori agricoli che desiderano aderire ai servizi offerti dal Piano Regionale di Consulenza all’Irrigazione potranno acquisire tutte le necessarie informazioni presso:
i Consorzi di Bonifica della Piana del Sele (Destra Sele e Paestum) e della Piana del Volturno (Volturno)
la sede provinciale del Settore decentrato (STAPA-CePICA) di Salerno e di Caserta e le rispettive sedi periferiche (Centri di Sviluppo Agricolo – CeSA) dell’Assessorato all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania.

scarica la scheda ed il modulo di adesione al link della regiona campania: regione campania_PRCI

Produzione agricola italiana

lunedì, novembre 19th, 2007

Dati Ismea. Contrazione del 4,4% delle coltivazioni vegetali e un aumento del 2,9% della produzione zootecnica.
La produzione agricola italiana, valutata a prezzi costanti, dovrebbe registrare nel 2007 una riduzione su base annua dell’1,9%. Lo prevede l’Ismea, Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare nelle stime autunnali, come conseguenza di una contrazione del 4,4% delle coltivazioni vegetali e di un aumento del 2,9% della produzione zootecnica.

(altro…)

Progettazione eco-compatibile

venerdì, novembre 16th, 2007

Regole per immissione sul mercato di prodotti che consumano energia.
È stato pubblicato in gazzetta ufficiale il decreto legislativo 201/2007 inerente l’attuazione della direttiva 2005/32/CE relativa all’istituzione di un quadro per l’elaborazione di specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia.

Il nuovo provvedimento, che entrerà in vigore il 24 novembre prossimo, fissa un quadro per l’immissione sul mercato, la messa in servizio e la libera circolazione dei prodotti che consumano energia oggetto delle misure di esecuzione della direttiva 2005/32/CE relativa alla progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia.

(altro…)

Finanziaria 2008: servono modifiche pro-Kyoto

mercoledì, novembre 14th, 2007

L’Italia potrebbe evitare di pagare un miliardo di euro per Kyoto se sfruttasse appieno il potenziale di assorbimento del suo patrimonio forestale. Una proposta di revisione nel testo della Finanziaria 2008, attualmente in circolazione, a cura del Gruppo di Lavoro “Agricolture e Foreste” del Kyoto Club.

(altro…)

Il clima è già cambiato

mercoledì, novembre 14th, 2007

Quali strategie di adattamento per il territorio italiano.
Convegno organizzato da Legambiente sui cambiamenti climatici e provvedimenti da adottare in Italia. 6 dicembre presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, Via di Ripetta, Roma.
Clicca qui per accedere al file

Raccolta di firme per la Proposta di legge popolare sulla riforma delle professioni

martedì, novembre 13th, 2007

scade il 21 novembre il termine per la consegna dei moduli!
Stanno per scadere i termini per la raccolta delle firme necessarie per la presentazione in Parlamento della proposta di legge di iniziativa popolare avente ad oggetto “Riforma dell’Ordinamento delle Professioni intellettuali”, promossa dal CUP (Comitato Unitario delle Professioni).
L’iniziativa, annunciata sulla Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22 marzo 2007, è frutto del delicato momento che sta attraversando il mondo delle professioni intellettuali italiane in seguito al d.l. Bersani, la cui riforma ha inciso in materia tariffaria, associativa e pubblicitaria, senza arrivare ad una revisione strutturale del quadro d’insieme ed al disegno di legge del Governo sulla riforma delle professioni, contestato da pressoché tutto il mondo ordinistico.
Per altre informazioni, consultare il sito: www.agrotecnici.it -

fonte: Agronomi.info – Novità dal mondo dell’Agronomia e dell’Agrotecnica. Newsletter n. 6 del 08 novembre 2007

Attività professionale

martedì, novembre 13th, 2007

Sono di competenza del dottore agronomo e del dottore forestale le attività volte a valorizzare e gestire i processi produttivi agricoli, zootecnici e forestali, a tutelare l’ambiente e, in generale, le attività riguardanti il mondo rurale. In particolare, sono di competenza dei dottori agronomi e dei dottori forestali:

(altro…)

La “buona” agricoltura

lunedì, novembre 12th, 2007

Si intende “usuale pratica agricola” l’insieme delle tecniche colturali effettivamente e mediamente usate nella regione e “normale buona pratica agricola” l’insieme delle tecniche colturali da usare per rispettare almeno i requisiti minimi ambientali..
Tale buona pratica agricola usuale deve essere il termine di riferimento da seguire per le aziende che beneficiano dei premi per le zone svantaggiate e per le misure agroambientali. Fondamentale, ai fini ambientali, è il rispetto delle modalità di concimazione e di difesa fitosanitaria. A tal fine i beneficiari devono dimostrare, attraverso la tenuta di apposita contabilità (registro di carico e scarico degli input utilizzati) le somministrazioni effettuate alle colture. Oltre i prodotti fitosanitari indicati nelle specifiche tabelle relative alle singole colture, sono utilizzabili nei limiti di legge tutti i prodotti ammessi per l’agricoltura biologica. Il rispetto delle altre pratiche agricole richieste dalla buona pratica a agricola usuale è verificato attraverso il controllo in loco su una percentuale pari ad almeno il 5% delle aziende beneficiarie.
Le buone pratiche agricole comprendono l’osservanza delle prescrizioni generali vincolanti in materia ambientale ossia norme di riferimento di carattere generale e norme specifiche che trovano disposizioni applicative a livello locale.